Prenota ora Chiama ora

Andare in bicicletta durante una vacanza in campeggio - Percorsi di diverse difficoltà

Percorrendo la Val di Fassa in bicicletta potrete sentire il profumo intensivo della natura nelle Dolomiti, patrimonio dell’umanità UNESCO

Quale modo migliore per assaporare l’incanto della natura incontaminata della Val di Fassa che pedalare in mountain bike lungo i numerosi sentieri e percorsi che consentono di scoprire angoli di incomparabile bellezza?
E’ forse questo il segreto del successo di una disciplina sportiva sempre più praticata e popolare, che permette di lasciarsi alle spalle, almeno per un magico momento, il rumore e lo stress del traffico, per avventurarsi in percorsi arditi, lungo salite impervie o giù per discese mozzafiato, totalmente immersi in un ambiente naturale unico: prati, boschi, ruscelli che scivolano dolcemente verso il torrente Avisio, circondati solo dal silenzio e dal profumo intenso della natura. Il nostro Resort offre 3 percorsi di tre varie difficoltà che partono e arrivano direttamente dal campeggio.

Tutte le strade portano in Val di Fassa! Il ciclista da strada trova, partendo o arrivando qui, centinaia di itinerari di differente difficoltà da percorrere sulle strade panoramiche che attraversano il cuore delle Dolomiti. Sono tutti percorsi di una certa difficoltà per l'altimetria, per la componente atmosferica, ma che regalano, una volta domata l'asperità, emozioni uniche, sensazioni di appagamento e di autostima ineguagliabili. Il nostro Resort offre 3 percorsi di tre varie difficoltà che partono e arrivano direttamente dal campeggio.

Percorso dei 4 passi
Durata del percorso partendo e arrivano dal Camping: 4,30 h

E' la variante estiva del magnifico carosello invernale del Sellaronda, che consiste in un vero e proprio giro tondo attorno al massiccio del Sella, nonché uno degli itinerari più belli delle Dolomiti. Partendo dall'attacco di uno qualsiasi dei quattro passi, al termine del giro si giunge esattamente al punto di partenza; i famosi 4 passi sono: il Passo Sella (2244m), il Passo Gardena (2121m), il passo Campolongo (1875m) e il Passo Pordoi (2239m). Sebbene la lunghezza complessiva del giro non sia molto elevata (73 km), il dislivello totale da percorrere è di ben 2100 metri e nel percorso si alternano continuamente salite e discese, senza significativi tratti pianeggianti dove poter recuperare energia.

Passo Costalunga
Durata del percorso partendo e arrivano dal Camping: 1,30 h

Tra i vari Passi Dolomitici il Costalunga, affrontato dal versante che si affaccia sulla Val di Fassa, è sicuramente per i ciclisti quello meno affascinante sia per la sua modesta altitudine (1752 m), sia per l’esiguo dislivello, pari a circa 400 metri. E’ quindi questo un Passo che, affrontato singolarmente, può essere utile per “fare la gamba” se si è alle prime salite stagionali altrimenti, se si è già allenati, rappresenta poco più di un semplice allenamento.

Passo Fedaia
Durata del percorso partendo e arrivano dal Camping: 2,30 h

Tra i due versanti che dividono il Passo Fedaia, questo è sicuramente quello più dolce. La salita, se non per gli ultimi 2-3 km, non presenta pendenze molto impegnative, non è molto lunga e il dislivello complessivo è di 600 metri circa; per questi motivi è a mio parere adatta a coloro che, avendo già qualche centinaio di chilometri nelle gambe, affrontano per la prima volta nella stagione una salita vera e propria sui pedali. Da ammirare lo splendido ghiacciaio della Marmolada e, ai suoi piedi, il luccicante e limpido lago artificiale, costeggiato per 2 km dalla strada che prosegue pianeggiante prima di gettarsi in picchiata nell’altro versante.